Endoterapia

Logo endoterapia livorno ZEROBUG
Controllo infestanti delle piante

L’endoterapia è un’efficace metodologia che può essere utilizzata su quasi tutti i tipi di piante ed in particolare quelle ornamentali, per combattere infestazioni e malattie provocate da insetti e funghi. Il metodo, basato sull’iniezione di specifiche sostanze nel tronco, consente di colpire il parassita in tutti i rami e foglie, anche le più lontane, sfruttando la linfa ascendente che dalle radici porta acqua e sali minerali in ogni cellula della pianta.

I vantaggi dell’endoterapia, rispetto ai tradizionali trattamenti eseguiti mediante irrorazione di soluzioni biocide, si possono così riassumere:

I principi attivi si distribuiscono in maniera capillare, indipendentemente dall’altezza della pianta, risultato impossibile da ottenere con i comuni sistemi di irrorazione con i quali, le soluzioni biocide si posano oltre che sulle foglie e sulla corteccia, anche su tutto quello che si trova sotto o nelle vicinanze della pianta, dove tra l’altro possono persistere per molto tempo e venire a contatto, con bambini, persone adulte ed animali da compagnia.

Con il trattamento endoterapico si colpisce solo la specie dannosa alla pianta preservando ad es. la vita di insetti utili quali pronubi (api e bombi) ed ausiliari (insetti predatori di altri insetti).

I Trattamenti endoterapici, possono essere effettuati senza rischio per la popolazione anche su piante vicine alle abitazioni come nel caso di piazze o vie urbane, anche in giornate di vento, senza il rischio che i biocidi raggiungano le abitazioni.

Non ultimo il fatto che un trattamento endoterapico protegge la pianta dall’attacco degli infestanti per un periodo decisamente più lungo rispetto ad una semplice irrorazione.

Per quanto riguarda i rischi della piccola ferita che occorre praticare negli alberi (che peraltro la pianta subisce anche per diversi altri motivi: tarli, uccelli, potature ecc.) questi si possono eliminare utilizzando una specifica procedura che prevede:

1
Diametro del foro ridotto (3-3,5 mm)
2
Profondità non superiore ai primi due-tre anelli annuali di crescita
3
Precisione nell’esecuzione dei fori
4
Utilizzo di attrezzatura particolare
5
Disinfezione del foro per favorire la cicatrizzazione

SOPRALLUOGHI GRATUITI

Contattaci per maggiori informazioni